domenica 16 ottobre 2011

Rubrica I libri che consiglio: Il signore degli anelli


RUBRICA: I LIBRI CHE CONSIGLIO
IL SIGNORE DEGLI ANELLI
Inauguro oggi la mia prima rubrica, parlerà dei libri che consiglio di più, i miei libri preferiti, quelli che a distanza di anni mi emozionano ancora.
Il primo libro che mi sento di consigliare è anche il mio libro preferito: “Il signore degli anelli” di J.R.R.Tolkien.
L'ho letto quando avevo 14 anni...
è un libro che mi ha segnato profondamente,
rapita.
è un libro che ho amato, per cui ho pianto, riso,non ho dormito bene per giorni, non mangiavo per leggere, per non interrompere la lettura.
Mi ha influenzato profondamente in quello che sono, mi ha insegnato tantissimo, valori che ho tutt'ora.
Per me è stato più di un libro, è stato un viaggio indimenticabile!
Ha sempre un posto specialissimo nel mio cuore e nella mia libreria (ne ho 3 versioni).
Fortunati sono le persone (che come me) hanno letto il libro prima dell'uscita del film, che non può regalare le stesse emozioni del libro (per me).
Pur avendo versioni più belle de “Il signore degli anelli” la mia preferita è quella con la copertina morbida perché è dove l’ho letto per la prima volta, ci sono ancora i segni delle lacrime, e per me a un valore affettivo inestimabile.
Tanto che, quando mio fratello mi ha chiesto indietro il libro (perché era suo) gli ho proposto di dargli la versione di lusso con copertina rigida che mi avevano appena regalato!
Alla fine ovviamente sono rimasti tutti a me!
Con il tempo la mia libreria tolkieniana è aumentata, ho letto Il “Lo Hobbit”, Il Silmarillion, racconti incompiuti, racconti perduti, racconti ritrovati,Albero e foglia, L’antologia di Tolkien e così via…
Mi ero iscritta anche alla “Società tolkieniana italiana”, dove ho preso altri libri e alcuni gadget (“L’anello del potere “ e il ciondolo  di Arwen).
Insomma, consiglio vivamente di leggerlo!
Voi l’avete già letto? Se sì vi è piaciuto anche a voi?
Cosa ne pensate?

4 commenti:

  1. Letto, si, più di una volta.
    Tolkien era un narratore notevole,una persona di grande cultura, ma soprattutto un glottoteta...in diverse sue conferenze e lezioni citava il fatto di aver iniziato a scrivere i suoi primi testi come...ehm...supporto alle lingue che inventava.
    Purtroppo non si tratta di racconti originali,in quanto sono copiati di diversi miti centro-nord europei,dal Kalevala, all'Edda,passando per Tuatha de Danhan e Beowulf, per citarne alcuni. Questo lo ha reso antipatico a molti critici (in effetti non si è neppure preso la briga di cambiare il nome del Druido Gandalf dell'Edda di Snorri).
    Io penso che, sebbene non si tratti di opere del tutto "originali", abbia comunque fatto un gran bel lavoro di organizzazione e narrativa.
    Peccato che poi un sacco di gente si sia messa a copiare lui, e non così bene! XD

    RispondiElimina
  2. vero!
    ho appena rivisitato il tuo blog,
    bellissimi davvero!
    sei proprio brava!
    hanno un che di magico!

    RispondiElimina
  3. Beh, dovrebbero, sennò che fate sono?!? XD!!
    Ero sicura che ti interessassero!
    'nottina!!

    RispondiElimina
  4. Come sai è il mio libro preferito in assoluto che rileggo ogni anno!!! Amo Tolkien, è la mia fonte di vita e di gioia! :)

    RispondiElimina