venerdì 25 novembre 2011

Rubrica Recensioni:Dark Divine


RUBRICA: RECENSIONI
DARK  DIVINE
 
Trama:
La prima volta che Grace Divine ha incontrato Daniel, con quegli occhi neri così profondi e misteriosi, non immaginava certo che tra loro sarebbe nata subito un’amicizia  tenerissima, destinata a diventare qualcosa di più. Una notte, però, Daniel scompare. Quella stessa notte, Jude, il fratello di Grace, viene ritrovato sulla veranda di casa, ricoperto di sangue. Nessuno sa cosa gli sia successo, e lui si rifiuta di parlarne. Da quel momento, la vita non sarà più la stessa per Grace: Daniel, il suo Daniel, l’ha abbandonata, senza nemmeno una spiegazione, e lei non riesce a perdonarlo. O dimenticarsi di lui. Finché un giorno, improvvisamente, Daniel ricompare: sono passati tre anni, e in lui c’è qualcosa di diverso. Forse gli occhi, ancora più scuri, ancora più magnetici. Questa volta, tra lui e Grace è subito amore, un sentimento irresistibile e travolgente. Grace non è mai stata così felice in vita sua. Non sa ancora che qualcosa di molto pericoloso minaccia il loro amore: Daniel ha un segreto, lo stesso che si cela nel buio della notte in cui Jude è stato assalito. Un segreto terribile che lei non può ignorare. Ma Grace ha già perso Daniel una volta, e ora è disposta a rinunciare a qualunque cosa, anche la più importante, per non perderlo di nuovo.
Perché l’amore è sempre una scelta. A volte, quella più difficile di tutte.



L’autore:

Bree Despain ha sempre adorato raccontare storie. Ma la sua passione ha davvero preso forma durante gli anni del college, quando ha dedicato un semestre a scrivere e dirigere spettacoli teatrali per i ragazzi meno fortunati di New York e Filadelfia. Vive a Salt Lake City con il marito e i figli.







La trilogia  è così composta:
1. Dark Divine
2.
The lost Saint, 2011 (inedita in Italia)
3.
The savage Grace (previsto in America per fine Dicembre)

Recensione:

Ho letto questo libro in poco tempo, è stata una lettura piacevole ma devo dire che forse mi aspettavo di più.
La lettura è stata scorrevole e interessante.
I personaggi sono molti, ben costruiti.
La protagonista Grace non è molto descritta, quello che si sa è attraverso le sue azioni e i suoi pensieri.
Daniel, arrogante all’inizio è un ragazzo oscuro ma fragile, bisognoso di una famiglia e con un’anima da salvare.
Il padre reverendo cerca di aiutare tutti, prendendosi colpe che non sono sue e disperandosi per non poter salvare tutti.
Jude, il fratello di Grace e tre anni prima migliore amico di Daniel, tanto buono e altruista, scopre dopo il ritorno di Daniel di possedere anche una parte oscura, capace di provare rabbia, gelosia, invidia. È  un personaggio complesso.
Don, sembra pazzo ma tanto pazzo non è.
April, buona amica di Grace e “ragazza” di Jude, è un personaggio secondario ma che fa tenerezza.

Il romanzo parla di licantropi, segreto di Daniel e non solo di lui.

Cosa è successo la notte in cui Daniel è scomparso e Jude è stato trovato ferito sulla veranda? Perché dopo tre anni Daniel è ritornato? Chi è il mostro che compie delitti in città?
Questa è un pò la chiave di tutto.

Dark Divine non è poi tanto diverso da altri libri, una ragazza normale in adolescenza che si innamora di un ragazzo oscuro che nasconde un segreto e che dovrà fare delle scelte.

“Grace Divine dovrà perdere tutto quello che ha per non perdere chi ama.
Dovrà uccidere per ridare la vita.
In una notte di luna piena.”

Il romanzo è il primo di una trilogia ma ha una fine ben definita, non ha un finale aperto.
Non c’è un cattivo da sconfiggere ma è  più da fermare e capire,
il confine fra bene e male è molto sottile.
Lo consiglio a chi ama i licantropi, a chi ancora non si è stancato dei troppi YA tutti uguali, non fraintendetemi mi è piaciuto ma non mi ha travolto ne stupito.

Votazione libro: Carino

Nessun commento:

Posta un commento