venerdì 16 marzo 2012

I libri che consiglio:Il castello errante di Howl


RUBRICA: I LIBRI CHE CONSIGLIO:
IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL

 
Ecco tornata la rubrica “I libri che consiglio”, oggi vi voglio parlare di un libro che  ho mato e che amo molto .

TRAMA:

la giovane Sophie vive a Market Chipping, nel lontano e bizzarro paese di Ingary, un posto dove può succedere di tutto, specialmente quando la Strega delle Terre Desolate perde la pazienza. Sophie sogna di vivere una grande avventura, ma da quando le sorelle se ne sono andate di casa e lei è rimasta sola a lavorare nel negozio di cappelli del padre, le sue giornate trascorrono ancora più tranquille e monotone. Finché un giorno la perfida strega, per niente soddisfatta dei cappelli che Sophie le propone, trasforma la ragazza in una vecchia. Allora anche Sophie è costretta a partire, e ad affrontare un viaggio che la porterà a stipulare un patto col Mago Howl, a entrare nel suo castello sempre in movimento, a domare un demone, e infine a opporsi alla perfida strega. Insomma, Sophie, nel tentativo di ritrovare la sua giovinezza, dovrà affrontare suo malgrado molte più avventure di quante ne avesse mai sognate!
Questo romanzo ha ispirato al maestro del cinema d’animazione Hayao Miyazaki il film omonimo.

 
L’autore:

DIANA WYNNE JONES , classe 1934, viveva  a Bristol con il marito, professore universitario di lingua inglese. Hanno avuto tre figli. Iniziò a scrivere da bambina, per rimediare alla carenza di libri di cui il padre faceva soffrire lei e le sue sorelle. I personaggi dei suoi romanzi sono tutti proiezioni dei protagonisti della sua infanzia, e in ognuno dei suoi libri, anche nei più fantastici, sono presenti episodi della sua vita. È autrice di più di trenta romanzi, che hanno riscosso grande successo in tutto il mondo. Tra quelli apparsi in Italia ricordiamo “Vita stregata” (1992), “I maghi di Caprona” (1993), “Le vite perdute di Christopher Chant” (1994), “Strega di classe” (2003) e “La congiura di Merlino” (2004), tutti pubblicati da Salani.
È morta il 26 marzo 2011 all’età di 76 anni.

 
Considerazioni:

Le mie considerazioni saranno molto brevi, ho letto e riletto questo libro alcuni anni fa e ancora oggi è fra i miei preferiti.
Dopo aver visto Il film d’animazione ho letto il libro, che mi è piaciuto moltissimo.
Il film d’animazione e il libro presentano notevoli differenze, infatti Miyazaki si è solo ispirato.
È un libro stupendo, fantasioso, commovente, che non posso che consigliare!
L’autrice ha scritto altri due libri con gli stessi protagonisti, “Il castello in aria” nel 1990 e “La casa per ognidove” nel 2008 che a mio parere non sono all’altezza del primo.
È un libro assolutamente da leggere, perché una volta fatto non si dimentica!

1 commento:

  1. bellissimo libro e anche il film sto facendo la tesi su questo cartone ve lo consiglio vivamente e veramente stupendo

    RispondiElimina