mercoledì 9 maggio 2012

recensione: Figlie di Diana


RUBRICA: RECENSIONI
FIGLIE DI DIANA

 
È con piacere che scrivo questa recensione per Stefania Tuveri che ha scritto il suo primo libro.

 
Trama:

Due giovani sorelle sono alle prese con una domanda che cambierà le loro vite: la magia esiste? La risposta arriverà dalla saggezza della nonna che si occupa di loro e il misterioso e complesso mondo della stregoneria si rivelerà in tutto il suo misticismo, tra incantesimi, tarocchi e rune. Ma praticare l’antica arte magica comporta delle grandi responsabilità e il Male è in agguato. La sfida che attende Selene e Caterina sconvolgerà le loro vite, ma ci sarà sempre spazio per amore e amicizia.

L’autore:

Stefania Tuveri è nata il 27 Settembre del 1993, vive in provincia di Piacenza e frequenta l’ultimo anno di liceo. Ha partecipato a diversi concorsi letterari qualificandosi prima nella sezione “giovani” del premio “Felice Daneo”, seconda nel premio “FantasticHandicap” e ottenendo la medaglia d’argento nel concorso “IlChiostro”.

Recensione:

Sono molto contenta di poter fare la mia prima recensione a un’esordiente. Sì, perché “Figlie di Diana” è il primo romanzo di Stefania Tuveri.

Il romanzo narra di due sorelle, Selene e Caterina, dopo la morte dei loro genitori avvenuta per un incidente, si uniscono molto e vengono cresciute dalla nonna.
Due sorelle che capiscono che hanno dei poteri e scoprono di essere streghe e che possono scegliere di accoglierla dentro di se e coltivarla oppure no.
Entrambe accettano questa responsabilità, dovranno sconfiggere il male e proteggere il mondo.
 
Ci sono continui delitti, persone (maschi) uccisi sempre per tradimenti, smembrati con ferocia. Stessa motivazione e stessi avvenimenti.
Quando una tragedia colpirà direttamente una delle sorelle capiranno che sotto c’è qualcosa di magico e che devono intervenire subito.

È un romanzo abbastanza breve, circa 140 pagine e autoconclusivo (nota di merito!).
All’inizio ho fatto un po’ di fatica, troppi nomi e personaggi secondari ,mi perdevo un po’ e non riuscivo ad affezionarmi alle protagoniste.
Poi è diventato tutto più chiaro, scorrevole, mi ha preso!
L’unica cosa che ho da dire è che leggendo mi è sempre venuto in mente il telefilm “streghe”.

Consiglio questo libro per una lettura veloce, scorrevole, fresca. Credo che quest’autrice abbia del potenziale, come primo libro è davvero godibile.


Votazione libro: Carino


1 commento:

  1. Hey ^_^ se ti va passa da me a prendere il meme a cui partecipare se ti va...
    Buona serata ^_^

    http://happyredbook.blogspot.it/2012/05/meme-11x11x11.html

    RispondiElimina