lunedì 2 luglio 2012

Recensione : The Gap


RUBRICA: RECENSIONI
THE   GAP

 
Trama:

Quando Jane si trasferisce nel New Jersey, la nuova scuola le sembra una meraviglia: fa subito amicizia con le due ragazze più in vista dell’istituto, Kate e Langley, entrambe ricchissime e bellissime. Il trio diventa inseparabile e il loro tempo trascorre senza preoccupazioni tra la scelta di un abito e i commenti sui ragazzi. Una notte, però, Jane viene scaraventata da un’auto in corsa e finisce priva di sensi in un cespuglio di rose. Quando si risveglia in ospedale, non ricorda nulla di quanto è accaduto e il suo corpo è completamente paralizzato; inoltre riceve strani regali da un ammiratore che rimane nell’ombra e una serie di telefonate minacciose. Tutte le persone che le stanno attorno sono convinte che Jane abbia delle allucinazioni causate dai medicinali, ma un po’ alla volta lei riesce a mettere insieme i pezzi e a ricostruire la sera dell’incidente. Quello che scoprirà sarà lontano da ogni possibile verità e la trascinerà in un incubo che sembra non avere fine… 

 
L’autore:

 Michele Jaffe  è nata a Los Angeles ed è autrice della serie young adults “Bad Kitty” e di thriller e romanzi per adulti. Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca in letterature comparate ad Harvard, ha abbandonato il mondo accademico e ha deciso di dedicarsi alla scrittura. Attualmente vive a New York.

 
Recensione:

La lettura di The Gap è semplice, scorrevole, tipica dei Young Adults.
All’inizio non mi ha preso molto ma poi, a poco a poco, il ritmo è diventato incalzante, carico di suspense, tipico dei thriller.
E da lì  l’interesse è aumentato e ho divorato pagina dopo pagina (metaforicamente parlando).

Jane è una ragazza come tante, alla moda, le piace fare fotografie, ha un fidanzato bellissimo e due amiche del cuore.
Dopo l’incidente, Jane comincia ad avere allucinazioni (o almeno così le dicono tutti) ma lei fidandosi del suo istinto crede a se stessa e capisce che qualcosa può ancora accadere, proprio in ospedale, luogo che dovrebbe essere sicuro.
Nel corso della lettura l’autrice cerca di sviare, ti fa sospettare di alcuni personaggi per poi fare la sorpresa al finale, infatti chi ha tentato di ucciderla è un personaggio abbastanza insospettabile.
All’ospedale Jane cerca di ricordare giorno per giorno cosa è davvero successo, ne vale della sua vita, perché chi ha tentato di ucciderla vuole tornare a finire l’opera.

Chi è che la vuole morta?

“The Gap” è un libro avvincente, la trama forse non è molto originale ma è comunque una lettura piacevole.

Voi l’avete letto? Se sì, vi è piaciuto?
Se no, lo leggereste?
So che non mi leggono in tanti, forse sinceramente nessuno, comunque auguro a tutti buone vacanze!
Continuerò a scrivere sul blog anche se più raramente!

Votazione libro: Carino



Nessun commento:

Posta un commento